Il Monkey Gland Cocktail

Monkey Gland Cocktail

Il Monkey Gland Cocktail è un drink All Day che rappresenta un classico dei drink più bevuti nella Belle Époque.
All’inizio del Novecento, infatti, impazzava nella miscelazione dei barman la presenza dell’assenzio che, nonostante i divieti Europei, arrivava in massima parte da Regno Unito e Spagna.
Un ingrediente che riscuoteva successo nella preparazione dei cocktail, e per la nascita del Monkey Gland fu un componente fondamentale.

La storia e la fortuna del cocktail a base di assenzio

Il Monkey Gland Cocktail fu inventato nel 1920 dal celebre barman Harry Mc Elhone al Ciro’s Club di Londra, che pensò poi di esportarlo a Parigi e diffonderne la miscelazione in tutto il globo.

La sua fortuna si deve anche al fatto di essere un cocktail a base di assenzio che rappresenta anche un concentrato aromatico unico. Questo perchè unisce il gin, esaltando il sapore di erbe dell’assenzio, e poi inserisce la freschezza del succo d’arancia e la dolcezza della granatina.

Un drink delizioso, costruito con un complesso di sapori e aromi leggero e intrigante, in cui le note di assenzio dominano l’olfatto e, a volte, anche il palato.

Perfetto sia come aperitivo si come drink per il dopocena, è anche un cocktail da meditazione, all day appunto!

La ricetta del Monkey Gland IBA

  • 5 cl di Gin
  • 3 cl di succo d’arancia
  • 2 gocce di Assenzio
  • 2 gocce di Grenadine (granatina)

Mescola tutto nello shaker inserendo cubetti di ghiaccio, e filtra in una coppa da cocktail ghiacciata.

Curiosità sul Monkey Gland Cocktail

La traduzione del nome di questo cocktail ha dei riferimenti sessuali, ma non casuali.
Nel 1920, infatti, il medico russo Serge Abrahamovitch Voronoff sperimentò per primo il trapianto del tessuto dei testicoli di scimmia nell’uomo, con l’obiettivo di accrescerne la potenza sessuale.

I risultati furono deludenti, ma la notizia fu così discussa che Harry Mc Elhone le dedicò subito il cocktail Money Gland (ghiandola di scimmia o glande di scimmia, per chi si rifà al termine latino)!

Se volete scoprire tutti i segreti, ricette e curiosità del mondo barman, vi consigliamo di seguire il blog ilbarman.com

Rispondi