Il Black Russian Cocktail

Black Russian Cocktail

Il Black Russian Cocktail era un all day drink molto amato negli anni Cinquanta, decennio di nascita di questo drink che simboleggiava un paese considerato definito “black” ovvero buio, in questo periodo politicamente scottante. L’elemento russo dell’intensa vodka, si univa al fragrante caffè per una miscelazione all’epoca innovativa e ricca di contrasti…

 

La storia e gli ingredienti del Black Russian

Al tempo della guerra fredda, dopo la seconda guerra mondiale, il blocco comunista filo-sovietico si opponeva al mondo occidentale capitalista. E quale drink può simboleggiare meglio tale contrapposizione che non il Black Russian Cocktail, a base di vodka e liquore di caffè?

Una ricetta semplice, inventata dal barman Gustave Tops in onore dell’ambasciatrice USA Pearl Reid Mesta, in visita ufficiale a Bruxelles, forse proprio all’Hotel Metropole al cui bar si trovava Tops.

Il composto di vodka e liquore di caffè unisce la profumata e stimolante bevanda russa con l’ingrediente dolce e aromatico del caffè sudamericano, perfetto per ogni momento della giornata anche se va valutato il suo alto grado alcolico.

 

La ricetta del Black Russian Cocktail IBA

  • 5 cl di Vodka
  • 2 cl di liquore al Caffè (Coffee liqueur)

Versa gli ingredienti in un bicchiere old fashioned, riempito con dei cubetti di ghiaccio. Mescola delicatamente.

 

Per la versione White Russian metti la panna “on the top” e mescola delicatamente.

La simbologia politica della versione White vede la panna “on top” sul cocktail rappresentare i russi bianchi contrapposti ai rossi rivoluzionari. In questo caso la panna si serve galleggiante sulla coppa cocktail (floating) oppure, in alcuni casi, con una variante on the rocks, in cui la panna si trova sui cubetti di ghiaccio.

Un’altra versione è quella fornita di un top di Coca Cola sul Black Russian, maggiormente dissetante.

 

Liquore al Caffè

Presente nel Black Russian Cocktail come nel Dirty Mother o nella versione dell’Alexander con il coffee liqueur, il liquore al caffè è un elemento di sapore che rende intenso, aromatico e dolce ogni drink a cui si accosta.

Si tratta di uno dei liquori che si può preparare anche in casa, denso e moderatamente alcolico.

Si prepara con il caffè, lo zucchero e, se volete, anche una stecca di vaniglia, tutto da mettere sul fuoco e riscaldare fin quando lo zucchero sarà sciolto.

Una volta raffreddato il composto, si toglie la vaniglia e si aggiunge l’alcol, mescolando. Si filtra il liquore mediante un filtro-colino e si imbottiglia per almeno una settimana.

Sono indicazioni di massima, che rendono l’idea di come nasce questo liquore al caffè che poi andrà ad esaltare alcuni sapori dei distillati, con gli ingredienti zuccherini e aromatici di caffè.

 

Se volete scoprire come diventare un vero Barman, vi consigliamo di seguire il Blog comediventarebarman.com/

Rispondi